Preservativi a scuola

Riporto un'opinione su un fatto di cronaca dal blog 02blog.it:

Provocazione o gesto di assoluta normalità?

E’ questo che ci si chiede leggendo quanto è accaduto al Parini. I ragazzi hanno infatti chiesto l’installazione di un distributore di profilattici incontrando un secco “no” da parte del Preside che ha sentenziato: "È una proposta sciocca e volgare".

Andando invece al Vittorio Veneto, gli studenti possono trovare un distributore di preservativi presente da anni, senza che sia mai stato gridato allo scandalo.

Forse la ragione sta nel mezzo, ovvero che accanto alla “posa” di un distributore di profilattici la scuola dovrebbe fornire anche un corso, magari sotto forma di chiacchierata se preferite, di educazione sessuale.

Un’ultima “punzecchiatura” provocatoria rivolta ai discendenti de “La Zanzara”: considerando quanto spendono oggi i ragazzi ad esempio in traffico telefonico, non è un po’ troppo facile chiedere preservativi gratis? Perché magari non tirare un po’ la cinghia con qualche sms e telefonata in meno?

Siete d'accordo con questa opinione?


Ti è piaciuto il mio post? Allora perchè non mi paghi una fetta di pizza?

2 commenti:

ALe ha detto...

sinceramente nn vedo che ci sia di scandaloso...
Poi vorrei vedere chi va sul serio a prenderli..però scusa.... io di ragazze madri ne ho conosciute..un po' di sensibilizzazione scolastica non farebbe neanche male,almeno evitiamo un po' di famiglie incasinate e qualche cazzata di meno.

Anonimo ha detto...

Secondo me hai ragione, non ci vedo niente di male...